ragazza in costume scollata che guarda interessata

Qualche sera fa ero in compagnia di alcuni amici tra cui una ragazza che tutti mi avevano descritto come tipa un po’ “zoccola”. Alla cosa non diedi molto peso perché quella sera mi bastava un po’ di sana compagnia e qualche drink. Senza portartela per le lunghe, a fine serata mi sono trovato a letto con lei.

E’ stato tutto molto naturale, senza tante parole proferite, come un giro di rondini attorno al palazzo e poi via. Un po’ strano per i miei standard relazionali ma tutto sommato gradevole (”e te credo” dirai). Sì, adesso posso confermare la notizia degli amici: era zoccola.

Tempo fa invece è finita una relazione durata alcuni anni con una ragazza che amavo molto. Ho passato dei momenti indimenticabili con lei ma sono stato uno stronzo: dovevo accorgermi prima con che tipo di schizzata uscivo e che razza di schizzato ero io per stare con lei. Ma fa nulla, sta di fatto che ci siamo lasciati ed è successo qualcosa di doloroso e al tempo stesso insolito: lei ha provato più volte a tornare da me e intanto usciva con una schiera di altri ragazzi, mentre cercava di lenire le sue ferite emotive.

Conclusione della storia: appena ha capito che sul serio non c’era nulla da fare ha trovato il primo che passava e si è fidanzata. Di lei i miei amici la descrivevano come una “dolce e brava ragazza”. Io invece ho un’opinione diversa a riguardo: era una zoccola. Chiamala zoccola “emotiva” se vuoi differenziarla dalle altre, ma zoccola rimane.

Ponteggiare da una relazione all’altra non è tanto diverso dal ponteggiare da un cazzo a un altro. In entrambi i casi si cerca di anestetizzare un dolore o colmare un vuoto interiore (non farò battute sul tipo di vuoto che colmano le poco di buono).

Le zoccole hanno paura, le zoccole hanno traumi

Le zoccole in genere non riescono a fare i conti con il proprio passato, fatto di paure e traumi, e con i propri sentimenti legati a esperienze mai digerite del tutto. Talvolta sono donne straordinarie, sensibili e piene di creatività ma per loro sfortuna non riescono a canalizzare lucidamente tutto il loro potenziale umano.

Insomma, ho avuto a che fare con due zoccole, due tipologie diverse della stessa categoria. Adesso che le conosci anche tu, cosa hai intenzione di fare?

Mettiti in testa che il dolore fa parte di questo mondo e occorre tempo per dargli lo spazio e per essere elaborato. Se vai chiavando a destra e a sinistra forse anche tu stai vivendo un periodo di “narcisismo”, dove manca la forza e il coraggio per affrontare la tua realtà più profonda. Se non riesci a stare solo, e vuoi una relazione per poterti “appoggiare”, stai facendo la stessa cosa.

Tutte queste ragazze possono essere gradevoli ma nascondono dietro la maschera della frivolezza un malessere interiore. Puoi giocarci nel modo che ritieni più opportuno ma quando sei in loro compagnia, che sia in un letto o in un appartamento, una parte di te è esattamente “come loro”.

Pace, fratello.

Total
14
Shares

Leggi gratis contenuti esclusivi

Iscriviti al blog