due ragazzi in relazione che si abbracciano

Al liceo certamente non ti hanno insegnano come ci si comporta da fidanzati o come sostenere una relazione rendendola stabile e serena. Alcune cazzate che le coppie fanno sono dettate da un’educazione inadeguata che porta di continuo a ricreare modelli familiari tossici. Parte del problema deriva da abitudini disfunzionali interne alla nostra cultura. Qui di seguito, narcotizzato da birre ad alta gradazione alcolica, ho stilato alcuni degli errori più comuni che possono trasformare una relazione di coppia in un vero inferno puzzolente e asfissiante:

Idealizzare il partner

Si verifica di solito nei primi periodi. Pensare al tuo partner come il principe azzurro o la tua dea non stimola la tensione emotiva che deriva dai suoi lati può ruvidi. Inoltre potresti sentirti deluso non appena si presentano le prime difficoltà legate a ciò che non era visibile nella fase “paraocchi”. Esci da ‘sta merda di spirale ricordando a te stesso che che ogni relazione è caotica e imperfetta. Sta a te creare qualcosa che funzioni davvero, con un costante lavoro di crescita comune e miglioramento personale.

Nascondere le emozioni “negative”

Provare ad assestare continuamente la direzione del tuo partner invece che dire effettivamente ciò che si prova (tristezza, rabbia, desolazione) dimostra che la tua relazione viaggia su un terreno senza una libera e chiara espressione delle emozioni. La società e l’educazione parentale, sfortunatamente, non ha mai incoraggiato a far fluire le nostre emozioni. Ficcati nella testa che l’altra persona non è necessariamente responsabile o obbligata a sostenerti ma che, certo, ti piacerebbe comunque avere il suo sostegno.

Mantenere la relazione in ostaggio

Mettere continuamente in gioco la relazione vuol dire ricattare il tuo partner minacciando l’impegno nella coppia. Esempio: noti dall’altra parte freddezza o apatia e non dici “ti sento distante e freddo a volte” ma “non posso stare con una persona così fredda”. Il ricatto emotivo crea tonnellate di inutili drammi. Notizia: i pensieri negativi e le cose brutte possono essere comunicati. La prossima volta che qualcosa non ti sta bene, invece di minacciare la tua relazione anche per scherzo (“guarda che ti lascio e me ne trovo uno più affettuoso”), liberati e cerca di comprendere quello di cui hai bisogno.

Incolpare il partner per ciò che si sta provando

Questa è una sottile forma di egoismo. E’ pomeriggio, fuori piove, stai avendo una brutta giornata e il tuo partner non è particolarmente di supporto. E’ stato al telefono tutto il santo giorno per faccende sue, per concordare cose con amici e l’hai sentito distratto quando vi siete salutati. La sera hai voglia di vedere un film insieme mentre lui vorrebbe andare a bere una cosa fuori con i colleghi di lavoro, così incominciate a scagliarvi l’uno contro l’altro per la sua insensibilità e mancanza di empatia nei tuoi confronti.

Se imposti la relazione indicando il tuo partner come responsabile per ciò che stai provando allora svilupperai un’attitudine di coodipendenza. Certo, può capitare di stare incazzati con la tua donna perché hai avuto una brutta giornata, sei frustrate e hai bisogno di attenzioni, è comprensibile. Ma se la tua aspettativa è che la vita ruoti intorno al tuo benessere emotivo in ogni momento (o viceversa) allora hai appena acquistato il biglietto di sola andata per una relazione manipolativa. Facci un pochino attenzione, ok?

Essere “romanticamente” gelosi

Mispiace, ci stanno pochi cazzi, essere gelosi porta inevitabilmente a comportamenti poco sani. Controllo del cellulare, accesso all’account di posta/facebook o addirittura imboscate a sorpresa indicano un livello di gelosia orientato a creare un ambiente di controllo e conseguente lotta emotiva. Se sei geloso stai trasmettendo un messaggio di mancanza di fiducia nell’altra persona. Mi sorprende sapere che molte persone descrivano questi comportamenti come una sorta di dimostrazione di affetto. Fidati del vostro partner, è un’idea radicale e difficile da accettare ma è l’unica strada. Forse l’unica che ti permette di accettare pienamente la persona che hai davanti.

Comprare le soluzioni ai problemi di coppia

Quando emerge un bel cazzo di conflitto in un rapporto di coppia, ti è mai capitato di risolverlo provando ad acquistare qualcosa di bello come un viaggio o una cena? Bhé, non è una cosa tanto bella come sembra perché equivale a spazzare il problema sotto al tappeto col rischio di vederselo nuovamente ripresentato sotto altri aspetti.

Smettere di attrarre sessualmente

Non sentire più attrazione fisica verso il partner può creare paura e ansia. Lo so. Non devi smettere di essere attraente, nei confronti di tutti, quando sei impegnato in una relazione. Se smetti di allenarti, di curare le tue amicizie personali o di vestirti con cura allora stai totalmente uccidendo la tensione emotiva.

Provare a risolvere ogni singolo conflitto

L’idea che la coppia debba comunicare e risolvere singolarmente ogni tipo di problema è un mito. Le coppie di successo spesso accettano e capiscono che alcuni conflitti sono inevitabili, che non possono controllare tutto, che ci saranno sempre alcune piccole cose che non li vedranno concordi, ma va bene lo stesso! Smettila di sentirti in obbligo di cambiare una persona per poterla amare. Nel tentativo di risolvere alcuni conflitti con la tua compagna potreste dar vita a nuovi problemi. Non tutte le battaglia meritano di essere combattute. E a volte la migliore strategia è il “vivi e lascia vivere”.

Non essere disposti a ferire gli altri

E’ importante che tu faccia qualcosa per la coppia che non sia il semplice rendere felice il partner tutto il tempo. La serenità sopraggiunge inaspettatamente anche quando tutte le altre cose vanno bene. Non trattenere la rabbia, la tristezza o la tua opinione solo perché potresti trovarti in disaccordo. Dopo che tutte le bugie sono state dette e dimenticate, la verità sta ancora lì. Non va da nessuna parte e non cambia da un momento all’altro. Non si può corrompere, così come non si può salare il sale.

Non dedicare tempo per se stessi

Spesso in una relazione sacrifichiamo buona parte del tempo per “stare insieme”. Talvolta è necessario essere distanti per affermare l’indipendenza, mantenere alcune passioni e interessi che sono semplicemente i tuoi. Curati di avere qualche amico con cui esci, fai piccoli viaggi o cene occasionali. Senza questo spazio dedicato a te, senza l’ossigeno per respirare, il fuoco nella coppia si spegnerà e quelle che una volta erano scintille diventeranno solo attriti.

Peace.

Total
1
Shares

Leggi gratis contenuti esclusivi

Iscriviti al blog